Knowledge Base
  leggi
Guida al SEO Spider
SEO Tester Online
18 Novembre 2019

Guida al SEO Spider

Se il SEO Checker analizza il grado di ottimizzazione di una pagina, il SEO Spider effettua la scansione di un intero sito, come se fosse il crawler di un motore di ricerca.

Per scansionare un sito, è sufficiente selezionare SEO Spider nel menù a sinistra, quindi cliccare sul bottone “effettua una nuova scansione” in alto a destra: ti apparirà una scheda.

Tutto ciò che dovrai fare è inserire l’URL del sito che vuoi scansionare, cliccare sul pulsante “+nuova scansione” e aspettare un paio di minuti perché il crawler analizzi tutte le pagine.

seo spider - nuova scansione

Una volta che lo status del progetto sarà “completato” puoi cliccare in qualsiasi punto della scheda per visualizzare i dettagli.

seo spider - inizia a esplorare

Risultato

Questa è la schermata della panoramica: visualizzerai la home sia da mobile che da desktop e potrai valutare il punteggio generale delle prestazioni SEO del dominio. Grazie al grafico, potrai intuire con un colpo d’occhio quali aspetti vanno migliorati.

seo spider - cos'è - risultato

Base

In questa sezione, potrai vedere quanti elementi del codice sono ottimizzati. Parliamo dello snippet, le meta description, title, hreflang e tag canonical. Se qualcosa non va, il SEO Spider ti avviserà nella sezione “cosa risolvere”. Cliccando su “APRI I DETTAGLI” potrai visualizzare su quali pagine sono gli elementi da tenere d’occhio.

seo spider - cos'è - base

Struttura

Questa sezione riguarda tutti quegli elementi che facilitano la navigazione al crawler dei motori di ricerca. Qui potrai controllare, tra le altre cose, se la sitemap è stata caricata correttamente, se esistono pagine non trovate, se esiste il file robots.txt e la compressione è stata abilitata.

Contenuto

Come recita il titolo, questa sezione riguarda i contenuti. Qui potrai controllare quante pagine hanno poco, abbastanza o molti contenuti, se i tag h1/2/3 sono della dimensione giusta o sono mancanti ecc. Anche qui, premendo su “APRI I DETTAGLI”, potrai visualizzare quali pagine hanno bisogno di una sistemata.

seo spider - cos'è - contenuto

Duplicati

In questa sezione potrai assicurarti che non esistano contenuti duplicati nel tuo sito tra meta description, titoli e intere pagine. I contenuti duplicati potrebbero essere penalizzati dai motori di ricerca, quindi fai attenzione!

Social

Qui potrai vedere le pagine del tuo sito i cui snippet e social card non sono stati correttamente settati.

Nel menu a sinistra, infine, potrai visualizzare i singoli componenti di ogni pagina raggruppati per sezione: avremo, quindi, una sezione che raggruppa tutti gli H1 del sito, tutte le meta description, ecc.

Title

Il Title è quella porzione di testo contenuta nell’omonimo tag all’interno del codice html della pagina ed è il titolo che apparirà, tra le altre cose, nell’anteprima della pagina quando la troviamo sui motori di ricerca.

seo spider - titoli - filtra

Qui avremo la possibilità di filtrare i titoli, ad esempio per individuare quelli che eccedono la dimensione massima di 70 caratteri (oltre i quali il titolo viene tagliato) ed esportarli su file: in questo caso, decidiamo di esportare sia i titoli con più di 70 caratteri, sia i titoli duplicati.

seo spider - titoli - esporta

H1 e H2

H1 e H2 invece, sono titoli di diversa importanza all’interno del testo e servono per dare una gerarchia ai paragrafi.

In questo caso, possiamo filtrare i titoli per dimensioni eccessive, mancanti duplicati. In più, solo nel caso degli H1, possiamo filtrarli per titoli multipli. Questo perché regola vorrebbe che ci sia solo un H1 per pagina.

Anche in questo caso, possiamo decidere di esportare i dati che ci interessano in un file, cliccando sul pulsante arancione “Esporta”.

Contenuto

Per quanto riguarda il Contenuto, potrai navigare tra le description – ovvero il testo descrittivo dello snippet – e verificarne la dimensione. Per maggiore comodità, possiamo ad esempio filtrare i titoli che eccedono le dimensioni consentite.

seo spider - contenuto - filtro

Inoltre, possiamo esportare in un file le pagine che ci interessano, ad esempio quelle con descrizioni troppo lunghe e troppo brevi:

seo spider - contenuto - esporta

Testo

Nella sezione Testo, possiamo controllare la quantità di parole e il numero di queste in rapporto al codice e filtrare le pagine secondo questi criteri. Ad esempio, possiamo verificare quali pagine hanno davvero troppo poco testo.

Possiamo anche esportare i dati che ci interessano, ad esempio le pagine che hanno un numero di parole basso o troppo basso e con un cattivo rapporto testo/codice.

Immagini

Nella tab Immagini potrai controllare quali di queste sono dotate dell’attributo Alt, utilizzando il filtro per vedere quali invece ne sono sprovviste:

Anche qui, possiamo decidere di esportare i risultati usando il bottone Esporta.

Preview

Sotto la macrocategoria Preview, troviamo le voci Snippets, Opengraph Twittercard.

Google Snippet

Gli snippets sono le anteprime delle pagine che troviamo sulla pagina dei risultati di Google e comprende il titolo, l’URL e una descrizione. In genere, i motori di ricerca premiano titoli e descrizioni di una certa lunghezza.

Opengraph e Twittercard

L’Opengraph e la Twittercard sono gli equivalenti degli snippet su Facebook e su Twitter, ovvero l’anteprima strutturata della pagina che appare quando la linkiamo su questi social network.

Struttura

La Struttura è cruciale dal punto di vista della SEO. Più un sito è “facile” da navigare, con percorsi semplici per il crawler e per l’utente, più verrà premiato dai motori di ricerca.

seo spider - struttura - tassonomie

Tassonomie

Da questo punto di vista, le Tassonomie ci forniscono una rappresentazione grafica della distribuzione delle pagine – e del collegamento tra loro – all’interno del dominio.

Https

L’https è un protocollo di sicurezza la cui assenza, già da un po’, è considerata penalizzante dai motori di ricerca. Per implementarlo sul tuo sito, segui questa guida.

In questa sezione, puoi filtrare le pagine secondo due criteri – pagine con https e senza – ed esportare l’elenco.

Canonical

L’attributo canonical è molto utile nel caso il nostro sito abbia più pagine con gli stessi contenuti. Quando usiamo questo attributo in una pagina, comunichiamo al motore di ricerca che quella è la pagina che deve considerare come quella in possesso dei contenuti originali. Se non lo usiamo, il crawler del motore di ricerca considera tutte le pagine con gli stessi contenuti come duplicate, penalizzando l’intero sito.

Possiamo filtrare l’elenco scegliendo di visualizzare solo le pagine dotate di attributo canonical, sia quelle sprovviste.

seo spider - struttura - canonical - filtra

Anche in questo caso, possiamo esportare l’elenco, cliccando sul pulsante arancione “Esporta”:

seo spider - struttura - canonical - esporta

Status

Lo status è quello che il client (cioè l’utente) riceve dal server a cui ha richiesto di visualizzare una certa pagina web tramite il protocollo di comunicazione http. Questi status possono avere diversi codici a seconda del tipo di risposta. Conoscerai sicuramente il codice “404”, che corrisponde a “risorsa non trovata” e il codice “301” che segnala un redirect a un’altra pagina. Possiamo usare il filtro in alto a sinistra per visualizzare a quali pagine restituiscono ciascuno di questi tre codici.

Possiamo anche esportare uno o più elenchi (ad esempio: i codici 200 e 404) con il bottone Esporta.

seo spider - struttura - status

Lingua

Alla voce Lingua, grazie alla funzione “filtra”, possiamo visualizzare quali pagine sono sprovviste degli attributi hreflang o x-default ed esportarle su file. Quando abbiamo un sito multilingua, è buona prassi inserire in ogni pagina il link ai suoi equivalenti in ogni lingua tramite l’attributo <link hreflang>. L’attributo x-default invece, indica quale “versione” va considerata di default quando il visitatore del sito proviene da una regione la cui lingua non è presente sul sito.

Robots

Il file robots.txt, all’interno del sito, contiene le “istruzioni” da dare al crawler circa le pagine che deve esplorare, come farlo e quali invece ignorare.

Con la funzione “filtra” avrai la possibilità di visualizzare quali pagine, nel file robots.txt hanno l’attributo noindex, che blocca l’indicizzazione di quella pagina nei motori di ricerca, noodp noydir, che impediscono ai robot dei motori di ricerca di utilizzare le informazioni del sito presenti nelle directory di Yahoo e Open Directory ProjectIn ogni caso, entrambe queste directory non esistono più, quindi si tratta di attributi obsoleti.

Esporta xlsx

Puoi anche esportare in formato Excel dati sulle singole sezioni che ti interessano, ad esempio il contenuto testuale.
Nella singola sezione, cerca il bottone arancione Esporta in alto.

seo-spider-esporta-in-Excel

Quindi, scegli quali elementi vuoi filtrare. Infatti, puoi scegliere di esportarne solo alcuni, con determinate caratteristiche.

seo-spider-esporta-in-Excel-filtra

Nel nostro esempio, esportiamo sia le pagine che hanno un testo che supera le 1000 parole, sia le pagine che hanno un ottimo rapporto testo-codice.

Non ci resta che cliccare su Esporta e quindi su Scarica.

seo-spider-esporta-in-Excel-scarica

Dettaglio pagina

Su SEO Spider, puoi visualizzare il riepilogo di una singola pagina. Per accedere al riepilogo è sufficiente, da qualsiasi tipo di visualizzazione, cliccare sulla riga corrispondente a una pagina particolare.

seo spider - dettaglio pagina - selezione

Ti appariranno un’anteprima dello snippet, dell’Opengraph e della Twittercard. In alto a sinistra potrai aprire la pagina, aprila su Google oppure analizzarla con SEO Checker.

seo-spider-dettaglio-pagina

Ma non sono le uniche informazioni a cui puoi accedere! Cliccando nel menù a tendina “filtra” in alto a destra potrai ottenere altri dati. Potrai infatti avere una panoramica sul testo contenuto nella pagina e i vari titoli (h1 e h2); quanti e quali link quella pagina ha in ingresso e in uscita; un dettaglio sulla distribuzione delle keyword di una, due, tre e quattro parole; quali lingue sono state impostate con l’attributo hreflang e quali immagini (e attributi alt) sono presenti.

seo spider - dettaglio pagina - dettaglio keyword

seo spider - dettaglio pagina - dettaglio link

Esporta report PDF

Il SEO Spider è uno strumento molto potente, ma come “fotografare” lo stato della SEO per inviarla al cliente?  Fare screenshot a ogni sezione potrebbe essere una soluzione, ma non quella ottimale.

Per fortuna, puoi anche esportare l’intero report in formato PDF del sito analizzato con SEO Spider. In questo modo, avrai sia un documento utile da consultare e confrontare con i risultati del tuo lavoro; sia un rapporto elegante da inviare al tuo cliente. Puoi farlo con un semplice clic.

Tutto quello che devi fare è, in qualsiasi schermata del SEO Spider, fare clic sul pulsante CREA REPORT in alto a destra.

sto - crea report

Puoi scegliere di creare un rapporto standard o un rapporto white label personalizzato con il tuo logo e le informazioni aziendali.

Se scegli il rapporto standard, fai clic sul pulsante di download.  Ci vorranno alcuni secondi per prepararlo. Una volta pronto, puoi scaricarlo facendo clic sul pulsante SCARICA.

sto - crea report - crea report standard

Quello che verrà scaricato sarà un documento pdf in cui troverai tutte le informazioni delle varie sezioni del tool compresi gli aspetti da migliorare e consigli su come migliorarli.

Se scegli il rapporto personalizzato white label, dovrai prima aggiungere alcune informazioni. Fai clic sul pulsante “SUCCESSIVO”.

sto - crea report - crea report white label

Prima di tutto, carica il logo della tua azienda. Clicca sul pulsante blu CARICA.

Puoi trascinare la tua immagine o fare clic sul pulsante blu di caricamento.

sto - crea report - crea report white label report - upload logo

sto - crea report - crea report white label - upload logo

Quindi, aggiungi tutte le informazioni che desideri vengano visualizzate nell’intestazione del rapporto.

sto - crea report - crea report white label - inserisci informazioni

Puoi anche decidere cosa mostrare.

sto - crea report - crea report white label - gestisci categoriesto - create report - create white label report - gestisci esami

 

 

 

 

 

Infine, aggiungi le note usando l’editor di testo semplice e incorporato e fai clic sul pulsante di download.

sto - create report - crea report white label - aggiungi note e download

sto - crea report - crea report white label - download pronto

sto - crea report - crea report white label - download email

Il download verrà avviato in breve tempo e riceverai anche il link per il download del rapporto nella tua casella di posta.

Ora puoi inviare il tuo rapporto personalizzato ai tuoi clienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *