SEO Locale
  7 min leggi
Guida completa a Google…
SEO Tester Online
15 Gennaio 2020

Guida completa a Google My Business

In questo articolo, ci immergeremo in Google My Business, un grande alleato per la local SEO. Scoprirai di cosa si tratta, come funziona, come configurare e ottimizzare la scheda della tua attività.

Che cos’è Google My Business?

Google My Business è uno strumento gratuito per le aziende. Grazie ad esso, le persone alla ricerca di prodotti o servizi nella tua zona, possono trovare la tua attività e tutte le informazioni di cui hanno bisogno.

In altre parole, è lo strumento per gestire la tua presenza online su Google e un ottimo modo per interagire con i tuoi clienti. Un vero e proprio must se possiedi un’attività locale e vuoi pubblicizzarla online.

Esempio uso Google My Business digitando ferramenta milano

Come funziona Google My Business?

Per utilizzare Google My Business, dovrai configurare un account, verificarlo e aggiungere quante più informazioni puoi sulla tua attività (posizione, orari di apertura, contatti, foto).

L’utente, invece, vedrà le informazioni che hai aggiunto e altri contenuti utili, come le recensioni dei tuoi clienti, in una scheda. Questa scheda appare nella parte destra della SERP quando qualcuno esegue una ricerca locale, (usando ad esempio una parola chiave come “gelateria a Milano“).

Come creare una presentazione su Google My Business

Innanzitutto, devi aggiungere il profilo della tua attività su Google My Business.

Inserisci il nome, quindi il settore. È possibile scegliere se aggiungere o meno una posizione fisica. Qualunque sia la natura della tua attività, ti consigliamo di farlo perché molto utile lato SEO.

Infine, di’ alle persone come contattarti. Puoi aggiungere sia un numero di telefono che l’URL del tuo sito web.

Schermata accesso Google My Business

Scegli se vuoi ricevere o meno la newsletter di Google My Business e sei pronto. Clicca su “Fatto“.

Ora devi consentire a Google di verificare che le informazioni di contatto che hai inserito siano corrette e che tu sia il vero proprietario dell’attività.

Come verificare una proprietà su Google My Business

In base alla natura della tua attività, puoi scegliere tra un numero variabile di opzioni. Non è detto che avrai tutte le opzioni a tua disposizione. Infatti, potresti averne una sola.

Per posta

Puoi decidere di ricevere una cartolina al tuo indirizzo.

Questa conterrà un codice di conferma.

  • Verifica che l’indirizzo inserito sia corretto;
  • Aggiungi il nome del contatto (opzionale) e fare clic sul pulsante Invia;
  • Una volta ricevuta la cartolina nella tua cassetta delle lettere, vai alla home page di Google My Business o apri l’app sul tuo smartphone;
  • Fai clic su verifica posizione e poi su verifica ora;
  • Nel campo del codice, inserisci il codice a cinque cifre e fare clic sul pulsante.

Per telefono

È inoltre possibile utilizzare il telefono per una verifica più rapida. Riceverai una telefonata automatica al numero che hai utilizzato quando hai creato il profilo della tua attività.

Naturalmente, è necessario tenere il telefono vicino. Accedi a Google My Business o utilizza l’app, quindi fai clic sul pulsante Verifica ora;

  • Seleziona verifica per telefono o chiamami ora se stai utilizzando l’applicazione;
  • Attendi la chiamata, quindi inserisci il codice che sentirai.

Tramite e-mail

Se la tipologia aziendale lo consente, puoi scegliere di verificare la tua posizione tramite e-mail.

  • Accedi a Google My Business o utilizza l’app, quindi fai clic sul pulsante Verifica ora;
  • Scegli e-mail tra le opzioni o, se usi l’app, tocca il pulsante Invia e-mail;
  • Controlla la tua e-mail e prendi nota del codice;
  • Fare clic sul pulsante Verifica nel messaggio di posta elettronica. Se si esegue questa operazione utilizzando l’app, tocca il pulsante Inserisci codice, immetti il codice e quindi fai tap su Invia.

Verifica istantanea

Questa opzione è disponibile solo per alcune aziende. Devi prima verificare il tuo sito web su Google Search Console. Se hai utilizzato lo stesso indirizzo e-mail per accedere a Google My Business e Search Console, vai su Google My Business ed esegui la verifica.

Cosa succede se hai perso il codice?

Basta accedere e selezionare Richiedi un altro codice nella parte superiore della pagina.

Come ottimizzare la scheda Google My Business

Una volta che hai finito di configurare l’account e hai chiesto la verifica, è il momento di creare la tua scheda e aggiungere quante più informazioni possibile.

Anche se non hai già verificato la proprietà, puoi iniziare ad aggiungere tutte le informazioni. Naturalmente, più informazioni aggiungi, più ottimizzi la tua scheda e più la tua SEO locale ne trarrà beneficio.

Le informazioni che aggiungi appariranno sia sulla SERP che su Google Maps.

Accedi a Google My Business e seleziona la scheda che desideri ottimizzare.

Nella home page, hai una panoramica delle informazioni che puoi aggiungere, gestire le recensioni e le foto degli utenti, creare un post e altre cose.

Homepage Google My Business

Nel menu a sinistra, è possibile accedere a sezioni specifiche. Approfondiamo quelle più importanti per l’ottimizzazione della tua scheda:

Messaggi

Pubblicare regolarmente dei post è un ottimo modo per dire a Google che la tua attività è attiva e in continuo aggiornamento. Inoltre, è un ottimo modo per interagire con i tuoi clienti.

Per creare un post, fai clic sulla voce corrispondente nel menu, quindi scegli il tipo di post che desideri creare:

  • Post: Aggiorna i tuoi utenti con le ultime novità. Puoi anche aggiungere una call to action.
  • Prodotto: Metti in evidenza un prodotto nuovo o popolare, aggiungi immagini, prezzo e descrizione.
  • Offerta: Informa i tuoi utenti su un’offerta speciale, aggiungi un’immagine, imposta le date di inizio e di fine, il prezzo, i coupon e i termini e le condizioni.
  • Evento: Annuncia eventi relativi alla tua attività o ai tuoi prodotti. Aggiungi un’immagine, le date di inizio e fine e una descrizione. È anche possibile aggiungere un pulsante di call to action.

Informazioni

È possibile aggiungere ulteriori informazioni sulla propria attività o modificare quelle che hai inserito durante la configurazione dell’account.

Tra le informazioni aggiuntive che è possibile inserire ci sono:

  • Copertura geografica: l’area geografica che puoi raggiungere con i tuoi prodotti o servizi;
  • Orari di apertura;
  • Una descrizione: scrivi con cura la tua descrizione. Rendila il più accurata possibile e aggiungi le parole chiave più rilevanti.
  • Altre informazioni: è anche possibile inserire ulteriori informazioni selezionando la voce corrispondente nel menu a sinistra. Queste sono:

Recensioni

Dovresti sapere quanto sia fondamentale per Google l’utilità dei contenuti. Quindi, dal punto di vista della SEO, le recensioni sono essenziali. Su Recensioni puoi vedere cosa la gente ha da dire su di te e rispondere. Affrontare in modo efficace una recensione negativa può fare la differenza sia per il crawler, sia per le altre persone.

Domande

Più è facile interagire con te, più efficace è la SEO. È possibile abilitare un servizio di live chat. Riceverai i messaggi sull’app installata sul tuo telefono.

Prodotti

Vai su Prodotti, quindi fai clic su Inizia. Puoi aggiungere foto, prezzi, una descrizione e un pulsante con call to action, in modo che i tuoi clienti possano scoprirli e acquistarli direttamente dal SERP.

Servizi

Qui puoi essere più specifico sulla tua attività. Oltre al settore generale, puoi scrivere quale sia in dettaglio la tua attività. Per aggiungere un nuovo servizio, fare clic su aggiungi un altro servizio. Puoi anche aggiungere un prezzo e una descrizione dei tuoi servizi. Clicca sulla matita a destra di ogni oggetto.

Domande e risposte

Una volta che il tuo annuncio è operativo, le persone possono farti domande dalla SERP facendo clic sul pulsante Fai una domanda.  Puoi rispondere, dimostrando di essere attivo e attento con i tuoi clienti. Inoltre, è possibile scegliere la domanda più rilevante da mostrare per prima sulla scheda.

Foto

Le immagini sono le prime cose che colpiscono l’attenzione dell’utente. Puoi aggiungere il tuo logo, le immagini dei tuoi prodotti e il tuo negozio, sia all’interno che all’esterno.

Inoltre, puoi scegliere di mostrare alcune foto scattate dai tuoi clienti.

Statistiche

A differenza delle altre voci, queste puoi vederle solo tu. Qui puoi scoprire chi sono le persone che interagiscono con la tua scheda e ottenere informazioni preziose sul tuo target.

Quali sono alcune alternative a Google My Business?

Essere facili da trovare su Google con informazioni dettagliate sulla tua attività è fondamentale perché Google è la piattaforma più utilizzata per cercare informazioni su qualsiasi cosa. Ma non è l’unica!

Ti consigliamo di dare un’occhiata a strumenti simili a Google My Business. Ad esempio:

  • Bing Places for Business, la controparte Microsoft di Google My Business;
  • Annunci Yahoo per le piccole imprese: l’equivalente di Yahoo!
  • Pagine Facebook. Per quale motivo? Pensaci su: su Google My Business puoi aggiungere informazioni e orari di apertura, eventi, luoghi, prodotti, foto, gestire recensioni. Tutte cose che puoi fare anche sulla tua Pagina Facebook. Inoltre, Facebook è un’altra piattaforma immensamente utilizzata e popolata, e avere una pagina lì aiuta anche il tuo posizionamento su Google.

Vuoi saperne di più sulla SEO Locale?

La SEO Locale può apportare un grosso vantaggio competitivo alla tua attività. Se vuoi approfondire l’argomento, ti consigliamo di leggere la nostra Guida introduttiva sulla SEO Locale.

Fattori di ranking per SEO Locale: come posizionare la tua attività online

Posizionarsi nelle prime posizioni della SERP per keyword locali potrebbe essere più facile di competere per parole chiave nazionali o internazionali.

Attenzione però, questo lavoro è tutt’altro che semplice ed è importante sapere come muoversi per non commettere errori.

Gli elementi da prendere in considerazione sono tanti e i fattori di ranking della SEO locale numerosi, come potrai facilmente immaginare.

Vuoi sapere quali sono i fattori di posizionamento più importanti per avere successo sui motori di ricerca con la tua attività locale?

Vediamoli subito!

Google My Business

Google My Business in sé non è un fattore di posizionamento, ma rappresenta una parte rilevante del lavoro di ottimizzazione a livello locale.

Prima di tutto, assicurati di aver registrato il profilo della tua attività commerciale su Google My Business (è gratis!).

Schermata di Google My Business

Dopo aver portato a termine la procedura di iscrizione, non ti resta che aggiungere tutte le informazioni di cui i tuoi clienti avranno bisogno (orario di apertura, indirizzo, contatti, etc.).

Inoltre, ci sono tre fattori che Google tiene in considerazione per posizionare un’attività locale nella SERP.

Scopri come creare un account Google My Business e porta la tua attività al successo con la nostra guida gratuita.

Rilevanza

La rilevanza è una valutazione che Google dà sulla base di quanto una determinata scheda Google My Business sia pertinente con l’intento di ricerca dell’utente. Un motivo in più per assicurarti di fornire quante più informazioni possibili sulla tua attività locale.

Distanza

Google tiene in considerazione la distanza tra l’utente (attraverso la geolocalizzazione o l’indirizzo I.P. del telefono) e le attività locali che coincidono con la sua ricerca. Ovviamente, se un utente dovesse cercare “idraulico Milano”, Google mostrerà i risultati solo per la città di Milano (a prescindere da geolocalizzazione e indirizzo I.P.).

Prominenza

Google cerca di identificare l’importanza di un determinato business. Più l’attività locale in questione è conosciuta e considerata affidabile, più Google la premierà mostrandola nella SERP.

In questo caso, giocano un ruolo fondamentale le recensioni e le valutazioni positive, oltre a link e citazioni.

Link

Anche nel mondo della SEO locale, i link giocano un ruolo fondamentale nel posizionamento di un sito web.

Se stai cercando siti web da cui farti linkare, ricordati che l’ideale sarebbe ottenere backlink da siti rilevanti, affini alla tua attività, ma anche da siti relativi ad altre attività locali.

Quando invece vuoi linkare siti esterni, assicurati che questi sappiano rispondere a dubbi e bisogni dell’utente, oltre ad essere pertinenti con l’argomento che stai trattando.

Vuoi saperne di più? Leggi la nostra guida alla Link Building per SEO Locale.

On-Page

Il lavoro di ottimizzazione On-Page ti permette non solo di fornire una migliore esperienza utente, ma anche di aiutare il motore di ricerca a comprendere il contenuto delle tue pagine e i servizi che offri.

Prima di tutto, assicurati di ottimizzare ciascuna pagina in base alle parole chiave per cui ti vuoi posizionare. Inserisci le keyword nel title e all’interno delle intestazioni, così da rendere ben chiaro l’argomento che stai trattando.

Assicurati anche di utilizzare i dati strutturati di schema.org per aggiungere informazioni che potrebbero tornare utili all’utente che arricchire lo snippet nella SERP di Google.

Tip:
Inserisci nel footer e nella parte superiore di ciascuna pagina le informazioni NAP (acronimo di Name, Address, Phone): nome dell’attività, indirizzo, numero di telefono.
Assicurati di inserire nella pagina contatti l’embed di Google Maps con il punto in cui risiede la tua attività.

Controlla l’ottimizzazione On-Page del sito della tua attività locale gratuitamente con il nostro SEO Checker.

Esperienza utente

Gli ultimi aggiornamenti di Google hanno reso chiaro che l’esperienza utente deve essere al centro di tutto. Prima ancora di pensare al posizionamento sui motori di ricerca, dovremmo organizzare il nostro lavoro in ottica SEO con l’obiettivo di offrire all’utente un’ottima esperienza utente.

Lo stesso vale, chiaramente, per la SEO locale. Ecco alcuni elementi, relativi alla User Experience, tenuti in considerazione da Google.

CTR (Click-through rate)

Questa metrica indica quanti click ha ricevuto il tuo sito web rispetto al numero di impression.

Una pagina che, nella SERP, ha un CTR più alto, è probabilmente ritenuta più rilevante dagli utenti.

In questo caso, dovresti lavorare principalmente ai tag Title e Meta description, così da invogliare l’utente a cliccare sul tuo risultato.

Frequenza di rimbalzo

La frequenza di rimbalzo (o bounce rate) è un importante indicatore che rappresenta il numero di persone che, una volta atterrate sulla nostra pagina, decidono di abbandonarla (magari ritornando nella SERP di Google).

Si tratta di un valore che, in linea teorica, dovrebbe mantenersi il più basso possibile. Alti livelli di bounce rate potrebbero indicare che il contenuto della tua pagina non è coerente con l’intento di ricerca dell’utente.

Velocità

Anche nella SEO locale la velocità di caricamento delle tue pagine è uno dei fattori di posizionamento più importanti.

Se la tua pagina impiega troppo tempo a caricare, l’utente sarà incentivato ad abbandonarla a favore di un tuo competitor.

Un sito web non ottimizzato dal punto di vista della velocità di caricamento, inoltre, può vedere la propria frequenza di rimbalzo aumentare.

Navigabilità

La navigabilità è, di fatto, la base della User Experience. Assicurati di avere un sito web organizzato, facilmente comprensibile sia per gli utenti che per i motori di ricerca.

Utilizza categorie, tag e breadcrumbs per aiutare l’utente a orientarsi e passare velocemente da una pagina ad un’altra.

Al tempo stesso, assicurati che ogni pagina porti l’utente a compiere un’azione ben precisa: sfrutta Call to Action e tieni sempre a mente il bisogno che l’utente vuole soddisfare.

Social signals

Avere una buona presenza sui Social Network ha un effetto positivo indiretto sul posizionamento del tuo sito web.

Oltre a fornire maggiore visibilità e affidabilità al tuo brand agli occhi del potenziale cliente, curare i profili Social ti offrirà un canale aggiuntivo di traffico verso il tuo sito.

Scopri di più sulla SEO Locale

Stai muovendo i primi passi nel mondo della SEO Locale?

Leggi la nostra guida introduttiva alla SEO Locale per imparare tutto quello che dovresti sapere per portare la tua attività in prima posizione su Google e gli altri motori di ricerca.

Strategie di Link Building per SEO Locale

Tra le numerose attività che un professionista SEO svolge, la Link Building è una delle più importanti e delicate.

Un buon lavoro di Link Building è fondamentale per acquisire autorevolezza agli occhi del motore di ricerca e fa la differenza tra un progetto di successo e un buco nell’acqua.

Lo stesso vale per la SEO Locale: se hai un’attività commerciale e vuoi migliorare la tua presenza online, la Link Building può aiutarti a fare un vero e proprio salto di qualità.

Vediamo allora alcune delle migliori tattiche per fare Link Building in maniera efficace e scalare le vette dei motori di ricerca.

Guest Blogging

Pubblicare articoli su blog di terzi può essere, ancora, un buon investimento da fare in ottica di Link Building.

Anche se la pratica in questione non è vista di buon occhio dai motori di ricerca, che potrebbero considerarla come un tentativo di manipolazione dei risultati di ricerca, il Guest Blogging può comunque dare risultati interessanti.

Per prima cosa, assicurati di individuare altri blog sulla base dei seguenti criteri:

  • Rilevanza: il tema trattato dal Blog ospitante è pertinente con quello legato alla tua attività?
  • Autorevolezza: il sito in questione è considerato autorevole dai motori di ricerca e dagli utenti?

Il contenuto che andrai a proporre deve essere originale e contenere informazioni utili per il lettore.

Di conseguenza, non pensare esclusivamente a pubblicizzare la tua attività. Piuttosto, chiediti come puoi aiutare l’utente mettendogli a disposizione le tue competenze.

Ovviamente, chiedi al proprietario del Blog che l’articolo contenga un backlink verso il tuo sito web.

Il lavoro di Guest Blogging, se svolto seguendo una buona strategia di base, può dare dei risultati notevoli.

Hai un articolo pronto da proporre come Guest Post, ma non sei sicuro che vada bene?
Puoi utilizzare il tool gratuito Copy Metrics per analizzare il contenuto e scoprire metriche utili come:

  • Difficoltà testo.
  • Intento d’acquisto.
  • Target Potenziale.
  • Tempo di lettura e altre statistiche.

Copy Metrics screen

Prova gratuitamente Copy Metrics.

Crea risorse di valore

Investi parte del tuo tempo e del tuo budget alla creazione di risorse utili per gli utenti.

Qualche esempio? Video, PDF, infografiche, e-book.
Creare contenuti di valore può incentivare la condivisione spontanea di queste risorse da parte dei tuoi lettori.

Prima di iniziare a creare il contenuto, assicurati di fare le dovute ricerche.

Cosa interessa di più agli utenti che appartengono alla tua nicchia? Quali keyword inseriscono nei motori di ricerca per risolvere un determinato problema?

Dopo aver fatto un’accurata keyword research e analizzato i contenuti offerti dai competitors, puoi iniziare a produrre il tuo.

Tips:
Un contenuto come un PDF o un e-book può essere anche un potente lead magnet da offrire in cambio dell’e-mail dell’utente.

Inserisci all’interno del contenuto riferimenti al tuo brand e al tuo sito web. In questo modo, il tuo brand riceverà visibilità anche se qualcuno dovesse condividere il contenuto senza aggiungere un link al tuo sito.

Prendi parte ad eventi locali

Un attimo… cosa c’entrano gli eventi locali con la SEO?!

Spesso la SEO viene vista come un’attività da svolgere esclusivamente da computer.

La conseguenza di questa convinzione è che non si tengono in considerazione strategie che – in maniera indiretta – potrebbero portarci dei benefici anche in ottica di posizionamento.

Immagina di prendere parte ad un contest per la migliore pasticceria della città: probabilmente, il tuo sito web otterrà un backlink nel sito degli organizzatori dell’evento.

In definitiva, partecipare ad eventi, concorsi a premio o esibizioni, oltre a dare molta più visibilità alla tua attività (che qui non considereremo), può avere effetti benefici a livello SEO.

Stringi accordi con siti web locali

Un altro metodo efficace per ottenere backlink consiste nell’instaurare rapporti di collaborazione con siti web locali.

Ecco qualche esempio di chi potresti contattare:

  • Siti di news e blog locali.
  • Attività affini alla tua.
  • Associazioni della tua città.

Nel caso di associazioni no-profit operanti nella tua città, potresti proporti come sponsor o effettuare una donazione per supportare le loro attività (ovviamente, valuta un budget sufficiente da investire) in cambio di pubblicità e – ovviamente – del nostro tanto desiderato backlink.

Quelle che hai visto sono solo alcune delle principali tattiche di Link Building per SEO locale, ma possono dare un grosso boost al posizionamento del tuo sito web.

Sfrutta la SEO Locale per la tua attività

Vuoi saperne di più sulla SEO Locale?

Dai un’occhiata alla nostra guida alla SEO Locale e porta il tuo business sulle vette di Google!