| Dicembre 11, 2019

Come ottimizzare le immagini per il Web: una guida SEO

 scritto da:
SEO Tester Online
 @seotesteronline
4 min
Indice

Le ricerche di immagini sono spesso sottovalutate. Hanno un grande potenziale per molte query di ricerca. Per molte di loro, le immagini sono i principali risultati restituiti dalla SERP.

Non solo il testo, quindi. Anche le immagini devono essere ottimizzate se vuoi che piacciano al crawler. In questo caso, le immagini possono migliorare il ranking della tua pagina all’interno della SERP.

Ci sono molti modi per sfruttare le immagini per migliorare il tuo posizionamento, come menzionato nelle best practice di Google per le immagini.

Questi sono i più importanti.

Ottimizzare l’immagine alt-text e nome del file: best practice

Per ora, il crawler è in grado di riconoscere il contenuto, qualsiasi contenuto, solo in base al contenuto testuale. Se vuoi che le tue immagini siano SEO-friendly, è necessario lavorare sul loro testo alternativo e sul nome del file.

Che cos’è l’alt-text?

Alt-text è la forma breve per testo alternativo. È la parte di testo che appare sulla pagina web quando questa non riesce a caricare un’immagine.

Faresti una cosa gradita ai tuoi visitatori fornendo loro una descrizione accurata dell’immagine. E cosa succede se il visitatore è contento? Esatto: il crawler è contento. Non solo perché stai aiutando gli umani, ma anche perché stai aiutando lui.

Ricordi? Non può “vedere” le immagini, quindi ha bisogno di un po’ di aiuto per capire quello che l’immagine mostra.

Come ottimizzare il testo alternativo

Inserisci una descrizione dettagliata dell’immagine. Naturalmente, deve contenere la parola chiave appropriata.deve essere coerente con l’immagine. Perché hai già fatto la tua ricerca delle keyword, giusto?

Ora è il momento di inserire l’alt-text nell’immagine. Ci sono almeno tre modi:

  • È possibile inserire il codice HTML direttamente all’interno del codice della pagina;
  • Utilizza l’uploader di WordPress. Su WordPress, fai clic su Inserisci e cerca il campo testo alternativo a destra.

Come inserire testo alternativo in WordPress

Screen di SEO Editor

Esempio di un buon testo alternativo

Per questa immagine, è possibile scrivere foto di un gatto. Ma si può anche essere più specifici. Che ne dici di: foto di un gatto europeo nero che dorme? Più il testo è descrittivo, meglio è.

Titolo e descrizione

È inoltre possibile aggiungere un titolo e una descrizione all’immagine. Usa questi campi per aggiungere ulteriori informazioni per il crawler. Rispettivamente, dovresti utilizzare un testo più breve e uno più lungo di quello utilizzato per il testo alternativo.

Ottimizzare il nome del file e l’URL dell’immagine

Un altro modo per aiutare il crawler è utilizzare un nome descrittivo per il file e aiutare lo spider a capire di cosa tratta l’immagine. 

Inoltre, l’immagine deve avere un URL descrittivo. Ad esempio:

www.iltuosito.com/immagini/gatto-nero-che-dorme.jpg

Come ottimizzare le immagini per la tua pagina web

La prima cosa che devi sapere è che la qualità dell’immagine influenza il ranking. Se non puoi produrre immagini originali, ci sono alcuni link da cui puoi scaricare immagini ad alta risoluzione gratuitamente.

Come ottimizzare la qualità e le dimensioni dell’immagine

Quindi, le immagini di alta qualità sono fondamentali per un buon ranking. Ma lo è anche il tempo di caricamento della pagina, come saprai. E le immagini ad alta qualità comportano tempi di caricamento lenti. 

Come possiamo prendere due piccioni con una fava?

Puoi usare il tuo software di elaborazione immagini preferito, ma puoi affidarti anche a uno dei tanti strumenti di compressione delle immagini gratuiti online:

  • Kraken: può ottimizzare le dimensioni dell’immagine senza praticamente alcuna perdita di qualità. È una soluzione freemium. È possibile ottimizzare fino a 100MB gratuitamente. Dopo di che, devi sottoscrivere un account a pagamento.
  • TinyPNG: può convertire gratuitamente sia le immagini PNG che JPEG. A volte restituisce errori. In questo caso, riprova.
  • Iloveimg: Ha molti strumenti in uno. Puoi convertire il formato dell’immagine, aggiungere il watermark, modificarla, ridurre le sue dimensioni, la risoluzione del file e molto altro. 
  • Squoosh: molto semplice. Basta fare drag and drop dell’immagine vuoi convertire.
  • Optimizilla: può ottimizzare i lotti di immagini.

C’è un altro modo per usare immagini di alta qualità che siano anche veloci a caricarsi. Puoi incorporarle direttamente da Instagram.

  • Scegli l’immagine che vuoi usare su Instagram;
  • Tocca l’icona con tre punti;
  • Seleziona “incorpora” nel menu a comparsa;
  • Copia lo snippet e incollalo sulla tua pagina web.

Utilizzare immagini reattive

Gli utenti possono visualizzare la tua pagina web su una moltitudine di dispositivi e, quindi, su schermi di diverse dimensioni. Un buon modo per velocizzare i tempi di caricamento è quello di utilizzare varie versioni di un’immagine, in modo da caricarne una più piccola (leggi: più veloce da caricare) sui dispositivi più piccoli.

Per scoprire come si fa e quali dimensioni scegliere, leggi le nozioni fondamentali di Google Immagini.

La Sitemap dell’immagine

Abbiamo già detto che Google non può “leggere” le immagini. Quindi devi fornire al crawler qualcosa che gli dica quali immagini sono su una pagina web e cosa stanno mostrano.

Puoi aiutarlo con una Sitemap delle immagini. Si tratta di un documento che indica quante e quali immagini sono presenti in una singola pagina web. Per crearlo, segui la guida di Google.

Oltre alle pratiche per ottimizzare le immagini per i motori di ricerca, ricorda che queste fanno parte dei tuoi contenuti e che quindi devono essere coerenti con tutto il resto.

Metti le tue immagini vicino al testo pertinente e, soprattutto, tieni sempre a mente la qualità!

SEO Tester Online
Studia la SEO e scopri come portare il tuo sito web in prima posizione.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
Articoli correlati
Share via
Copy link
Powered by Social Snap